A2 • Avventura in montagna

+17

I cani Kira e Cody sono in vacanza e fanno un’escursione in montagna con Padroncina e Amicone. Ma nella notte i nostri amici hanno un incontro pericoloso che trasforma il loro viaggio rilassante in una grande avventura!

Mountain Icon - A2 • Avventura in montagna

Episodio 1 • Siamo pronti?

«Sarà una bellissima escursione!» dice Padroncina di buon umore, in una mano una cartina e nell’altra una tazzina di caffè. È la mattina del primo giorno di vacanza e sono già molto emozionata. Ieri il viaggio è stato molto stancante e stanotte ho dormito come un ghiro*, ma ora sono pronta per trascorrere una bellissima giornata in montagna! 

Anche Amicone è in vacanza con noi. Amicone è il mio umano preferito – dopo Padroncina ovviamente – ed è il mio grande amico. Per questo lo chiamo Amicone!
«Materassino, torcia, fiammiferi,…» mormora lui tra sé e sé mentre controlla lo zaino.
«C’è tutto» dice infine. «Sei pronta?»
«Devo solo lavarmi i denti» risponde Padroncina. Mette la cartina nel suo zaino e lava velocemente la tazzina. Poi va in bagno, prende spazzolino e dentifricio e inizia a lavarsi i denti. 

Cody ed io abbaiamo felici e corriamo alla porta. Bau! Noi siamo prontissimi!

________________

*Modo di dire: Dormire come un ghiro Sleep like a log (lit. Sleep like a dormouse).

Translate

1. Are we ready?

«It’s going to be a beautiful hike!» says Mom in a good mood, in one hand a map and in the other a cup of coffee. It’s the morning of the first day of vacation and I’m already very excited. Yesterday the trip was very tiring and last night I slept like a log, but now I’m ready to spend a beautiful day in the mountains!

Buddy is also on vacation with us. Buddy is my favorite human – after Mom of course – and he is my great friend. That’s why I call him Buddy!
«Mattress, flashlight, matches,…» he murmurs to himself as he checks his backpack.
«It’s all there» he finally says. «Are you ready?»
«I just need to brush my teeth» replies Mom. She puts the map in her backpack and quickly washes her cup. Then she goes into the bathroom, takes toothbrush and toothpaste and starts brushing her teeth.

Cody and I bark happy and run to the door. Woof! We are very ready!

Episodio 2 • Abbiamo preso tutto?

Padroncina esce dal bagno, spegne la luce e poi va in corridoio, dove si mette i suoi scarponcini nuovi.
È molto orgogliosa dei suoi nuovi scarponcini da trekking: li ha comprati ad un prezzo conveniente poco prima di partire per le vacanze. Sono beige e profumano di nuovo! Ma ancora per poco, perché presto puzzeranno di piedi…
Dopo avere allacciato bene le stringhe, si mette lo zaino sulle spalle – che sembra molto pesante – e infine si mette un cappellino nero in testa.
«Adesso sono pronta!» esclama felice e apre la porta. «Dai, andiamo!» 

È una bella giornata. C’è qualche nuvola in cielo, ma non dovrebbe piovere. Così hanno detto le previsioni del tempo.
«Ho dimenticato la crema solare!» esclama Padroncina all’improvviso, una mano ancora sulla maniglia della porta.
«L’ho presa io» dice Amicone.
«E hai preso anche il kit di primo soccorso, vero?» chiede lei un po’ preoccupata.
«Certo che l’ho preso.»
«E le bottiglie d’acqua?»
Dai Padroncina, ma quanto ci metti? abbaio io impaziente.
«Sì, le ho prese», risponde lui con un sospiro. «Non ti preoccupare, abbiamo preso tutto, siamo ben attrezzati.»
Padroncina finalmente si rilassa e chiude la porta a chiave.
Era ora!*

________________

*Era ora = Finalmente! It’a about time!

Translate

2. Have we got everything?

Mom comes out of the bathroom, turns off the light and then goes into the corridor, where she puts on her new hiking boots.
Mom is very proud of her new hiking boots: she bought them at an affordable price just before leaving for her holidays. They are beige and smell new! But not for long, because soon they will smell like feet…
After fastening the laces well, she puts the backpack on her shoulders – which looks very heavy – and finally puts a black cap on her head.
«I’m ready now!» she exclaims happy and opens the door. «Let’s go!»

It is a beautiful day. There is some cloud in the sky, but it shouldn’t rain. So said the weather forecast.
«I forgot the sunscreen!» exclaims Mom suddenly, one hand still on the door handle.
«I got it» says Buddy.
«And you got the first aid kit too, right?» she asks a bit worried.
«Of course I got it.»
«And the bottles of water?»
Come on, Mom, how long will it takes you? I bark impatiently.
«Yes, I got them» he answers with a sigh. «Don’t worry, we’ve got everything, we’re well equipped.»
Mom finally relaxes and locks the door.
It’s about time!

Episodio 3 • Il sole tramonta

Finalmente facciamo una pausa! Penso mentre mi sdraio all’ombra di un grande albero.
Abbiamo camminato per un paio d’ore e adesso sono molto stanca. E ho anche molta sete! Per fortuna Padroncina riempie una ciotola con un po’ d’acqua fresca per me e Cody.
Padroncina e Amicone tirano fuori dagli zaini il pranzo al sacco e mangiano, poi ci rimettiamo in cammino.

Il pomeriggio passa velocemente e io inizio a preoccuparmi. Il sole sta già tramontando dietro le montagne e inizia a fare buio. Non torniamo a casa?
Poco dopo arriviamo ad una radura e Padroncina appoggia il suo zaino a terra.
«Siamo arrivati!»
«Montiamo qui la tenda?» chiede Amicone.
«Sì! È un buon posto, o no?» risponde lei guardandosi intorno soddisfatta.
Montare la tenda? Quindi non torniamo a casa per la notte. Non ho mai dormito in tenda, sono molto emozionata!
Cody intanto annusa in giro e sembra preoccupato.
«Che succede?» gli chiedo.
«Sento un odore strano.»
Allora anch’io annuso in giro. Cody ha ragione. Probabilmente qui vicino c’è la tana di un animale selvatico.
Stanotte dobbiamo fare la guardia.

Translate

3. The sun sets
Finally we do a break! I think while I lay down in the shade of a big tree.
We walked for a few hours and now I’m very tired. And I’m also very thirsty! Luckily Mom fills a bowl with some fresh water for me and Cody.
Mom and Buddy get the packed lunch out of their backpacks and eat, then we’re back on our way.

Afternoon goes by fast and I start to worry. The sun is already setting behind the mountains and it’s getting dark. Aren’t we going home?
A little later we arrive in a clearing and Mom puts her backpack on the ground.
«We have arrived!»
«Shall we build the tent here?» asks Buddy.
«Yes! It’s a good place, isn’t it?» she answers, looking around satisfied.
Build the tent? So we don’t go home for the night. I’ve never slept in a tent before. I’m very excited!

Cody, meanwhile, is sniffing around and seems worried.
«What’s going on?» I ask him.
«I smell something strange»
So I’ll sniff around, too. He’s right. There’s probably a wild animal’s lair nearby.
We have to keep watch tonight.

Episodio 4 • Incontri notturni

È notte e non riesco a dormire. Non sono abituata a dormire in tenda ed è tutto molto emozionante. Ma sono anche un po’ preoccupata per quell’odore strano.
Ripenso alla bella serata che abbiamo passato. Abbiamo acceso un fuoco, abbiamo cenato e abbiamo giocato un po’ con la palla. Mi piace giocare con la palla, è molto divertente! 

All’improvviso qualcosa si muove nella tenda. Che cosa succede? C’è qualcuno – o qualcosa – nella tenda? 

Ma no, è solo Padroncina. Si alza ed esce pian piano dalla tenda. Ma dove vuole andare?
Anche Cody si è svegliato e insieme la seguiamo fuori.

L’aria notturna è fresca e piacevole. La luna piena brilla sopra di noi e illumina la radura. Anche le stelle brillano nel cielo blu. Padroncina cammina verso gli alberi e poi… sento un rumore e un odore inconfondibili. Ah! Deve fare la pipì!
Anche Cody si avvicina a un grande albero e alza la zampa e anch’io cerco un posticino per fare i miei bisognini.
Mi avvicino a un cespuglio. Ha le foglie verdi, delle piccole bacche rosse e… due paia di occhi?! Abbaio spaventata e il cespuglio si muove. 

Da dietro il cespuglio escono due cinghiali. 

Translate

4. Night encounters

It’s nighttime and I can’t sleep. I’m not used to sleeping in a tent and it’s all very exciting. But I’m also a little worried about that strange smell.
I think back to the nice evening we had. We made a fire, had dinner and played some ball. I love playing with the ball, it’s so much fun!

Suddenly something moves in the tent. What’s going on? Is there someone – or something – in the tent?

But no, it’s just Mom. She gets up and slowly walks out of the tent. But where does she want to go?
Cody woke up too and together we followed her outside.

The night air is fresh and pleasant. The full moon shines above us and illuminates the clearing. Even the stars shine in the blue sky. Mom walks towards the trees and then… I hear an unmistakable noise and smell. Ah! She has to pee!
Cody also walks up to a big tree and raises his leg and I too look for a little place to go potty.
I approach a bush. It has green leaves, little red berries, and…. two pairs of eyes! I bark in fright and the bush moves.

Out from behind the bush come two boars.

Episodio 5 • Scappiamo!

Beh, questi cinghiali non sono così spaventosi… Sono piccoli e piuttosto carini! Devono essere dei cuccioli.
Ma se questi sono i cuccioli, penso, dov’è la… ?

E poi sento un grugnito minaccioso. Alle nostre spalle, mamma cinghiale ci guarda arrabbiata con i suoi piccoli occhi neri.
«Ok, stiamo tutti calmi…» dice Padroncina, facendo lentamente un passo indietro. Ma mamma cinghiale sembra davvero furiosa e inizia a correre verso di noi. Scappiamo! abbaio io spaventata e tutti iniziamo a correre.
Ci sono tanti alberi ed è molto buio. Non vedo quasi niente. Cody corre davanti a me e io seguo la sua coda… ma poi Cody si ferma all’improvviso.
«Stop! Fermati!» abbaia lui disperatamente. Cerco di fermarmi, ma non faccio in tempo: gli vado addosso.
Ahia che male…
Guardo oltre Cody e vedo… il vuoto. La montagna finisce qui, davanti a me c’è un dirupo e il cielo stellato.
Per fortuna non siamo caduti giù…
Ma poi qualcuno urla. Mi giro e vedo Padroncina che cerca di fermarsi, ma è troppo tardi. 

Cade e scompare nel vuoto. 

Translate

5. Run! 

Well, these boars aren’t that scary…. They are small and pretty cute! They must be puppies.
But if these are the puppies, I think, where’s the…? 

And then I hear an threatening grunt. Behind us, mama boar looks at us angrily with her little black eyes.
«Okay, let’s all be calm…» says Mom, slowly taking a step back. But mama boar looks really furious and starts running towards us. Run! I bark scared and we all start running.
There are lots of trees and it’s very dark. I can hardly see anything. Cody runs ahead of me and I follow his tail…but then Cody suddenly stops.
«Stop! Halt!» he barks desperately. I try to stop, but I don’t make it in time: I run into him.
Ouch that hurt…
I look past Cody and see… emptiness. The mountain ends here, in front of me there’s a cliff and a starry sky.
Luckily we didn’t fall down….
But then someone screams. I turn around and see Mom trying to stop, but it’s too late.

She falls and disappears into the void.

Episodio 6 • Speranza

«Padroncina! Padroncina!!!»
In preda al panico, continuo a chiamarla. Corro avanti e indietro sperando di rivederla, di sentire la sua voce.
«Kira, silenzio, si avvicina qualcosa!» dice Cody. Oh no, di nuovo il cinghiale? 

Ma no, non è il cinghiale, è Amicone. Ha i capelli tutti arruffati e indossa la sua giacca sopra il pigiama.
«Perché state abbaiando? E dov’è Ellie?» chiede lui sbadigliando.
È caduta giù! Abbaio io e gli mostro il punto dove Padroncina è caduta. Amicone guarda giù. E poi… sembra capire cos’è successo. Il suo viso perde colore e con mani tremanti tira fuori il cellulare dalla tasca della giacca.
«Cazzo!» esclama. «Devo cercare un punto dove c’è campo. Voi restate qui!» E corre via.

«Ma quanto ci metterà a chiamare i soccorsi? E quanto ci metteranno i soccorsi ad arrivare? E cosa facciamo noi? Dobbiamo fare qualcosa!» Non riesco a smettere di abbaiare, sono troppo agitata.
«Kira, calmati. E ascolta!» Cody si avvicina al dirupo con cautela. Anch’io mi avvicino in silenzio e ascolto. Poi lo sento. Acqua. Sotto di noi, a molti metri di distanza, c’è un fiume.
«Kira, dobbiamo trovare quel fiume. Forse possiamo ancora salvare Padroncina.» 

Translate

6. Hope

«Mom! Mom!!!»
In a panic, I continue to call out to her. I run back and forth hoping to see her again, to hear her voice.
«Kira, quiet, something’s approaching!» says Cody. Oh no, the boar again?

But no, it’s not the boar, it’s Buddy. His hair is all shaggy and he’s wearing his jacket over his pajamas.
«Why are you barking? And where’s Ellie?» he asks yawning.
She fell down! I bark and show him the spot where Mom fell. Buddy looks down. And then… he seems to understand what happened. His face loses color and with trembling hands he pulls his cell phone out of his jacket pocket.
«Fuck!» he exclaims. «I need to find a spot where I can get a signal. You stay here!» And he runs off.

«But how long will it take to call for help? And how long will it take for help to arrive? And what are we going to do? We have to do something!» I can’t stop barking, I’m too agitated.
«Kira, calm down. And listen!» Cody approaches the cliff cautiously. I, too, quietly approach and listen. Then I hear it. Water. Below us, many feet away, is a river.
«Kira, we need to find that river. Maybe we can still save Mom.»

Episodio 7 • Uno strano uccello

Io e Cody corriamo nel bosco, lungo un sentiero in discesa. Qui ci sono meno alberi e la luna illumina la via. Ma sarà la direzione giusta per raggiungere il fiume? Forse dovremmo chiedere indicazioni… ma a chi? 

A un certo punto vediamo uno strano animale in mezzo al sentiero. Non conosco questo animale. È piccolo e marrone. Ha le ali e le piume, quindi è un uccello. La sua testa è strana, assomiglia a una bottiglia! Continua a muoversi a destra e a sinistra, barcolla di qua e di là… sembra ubriaco! 
«Aiuto!» urla l’uccello. «Aiutatemi! Sono incastrato!»
Incastrato? Ora lo guardo bene e capisco: la sua testa non assomiglia a una bottiglia: è incastrata in una bottiglia!
Cody va subito ad aiutarlo: afferra la bottiglia con i denti e tira.
«Ahi! Piano! Fa’ piano! Mi vuoi staccare la testa?» si lamenta l’uccello. Cody continua a tirare e infine riesce a liberare la testa dell’uccello dalla bottiglia di plastica.
L’uccello ha un piccolo becco nero, due grandi occhi gialli e due buffi ciuffi di piume sulla testa. È un gufo!

Il gufo si pulisce le piume e si prepara a volare via.
«Aspetta!»
«Che c’è?» dice il gufo irritato.
Che caratteraccio… lo abbiamo liberato e non ci ringrazia neanche...
«Sai dov’è il fiume?» gli chiedo.
Lui indica il sentiero con la sua ala. «Dovete proseguire in questa direzione. Seguite sempre il sentiero, vi porterà al fiume.»
E detto questo, vola via. Io e Cody ci rimettiamo in cammino. 

Padroncina, non preoccuparti, stiamo arrivando! 

Translate

7. A strange bird

Cody and I run in the woods, along a downhill path. There are less trees here and the moonlight illuminates the path. But will this be the right way to the river? Maybe we should ask the way… but who?

At some point we see a strange animal in the middle of the path.
I don’t know this animal. It’s quite small and brown. It has wings and feathers, so it’s a bird. Its head is strange, it looks like a bottle! It keeps moving left and right, it wiggles back and forth… it looks drunk!
«Help!» cries the bird. «Help me! I’m stuck!»
Stuck? Now I look at him closely and understand: his head doesn’t look like a bottle: it’s stuck in a bottle!
Cody immediately goes to help him: he grabs the bottle with his teeth and pulls.
«Ouch! Slowly! Slow down! You wanna rip my head off?» complains the bird. Cody pulls further and finally manages to free the bird’s head from the plastic bottle.
The bird has a small black beak, two big yellow eyes and two funny feather tufts on its head. It is an owl!

The owl cleans its plumage and gets ready to fly away.
«Wait!»
«What is it?» says the owl annoyed.
What a bad character… …we free it and it doesn’t even thank us…
«Do you know where the river is?»
It points the way with his wing. «You have to keep going in that direction. Always follow the path, it will lead you to the river.»
And that said, it flies away.
Cody and I make us again on the way.
Mom, don’t worry, we’re coming!

Episodio 8 • Le regole del bosco

Sento il rumore dell’acqua. Ormai manca poco, ci siamo quasi! Corro ancora più velocemente. Da un momento all’altro vedrò sicuramente il fiume, ne sono sicura.
Ma all’improvviso c’è qualcosa davanti a me. E io ovviamente gli vado addosso. Ahia! 

Alzo lo sguardo e vedo zampe lunghe ed eleganti, un muso lungo e sottile e delle grandi corna maestose. E pericolose.
Faccio subito un passo indietro.
«Mi scusi, non l’ho vista…»
«Non sa che deve dare la precedenza a destra?» dice il cervo con sguardo severo.
Dietro di lui appaiono una grande cerva e un piccolo cerbiatto.
«E sicuramente ha superato il limite di velocità!» aggiunge lui. «Devo forse chiamare la polizia?»
Precedenza a destra? Limite di velocità? Polizia? Ma cosa sta dicendo, non siamo mica in città!
«Caro, non credo che siano di qui» dice la cerva. «Devono essere turisti. Forse sono stranieri.»
I cervi ci guardano con diffidenza.
«Sì esatto, chiami la polizia» dice Cody un po’ irritato. «C’è stato un incidente al fiume. Ora scusateci, dobbiamo andare, siamo di fretta. » E senza aggiungere altro, Cody corre via e io lo seguo senza esitare.
«Hey!» urla il cervo, ma noi non ci fermiamo. 

Certo che il bosco è pieno di animali strani… chissà se quel cervo chiamerà davvero la polizia. E chi è la polizia del bosco? Mi immagino un gufo vestito da poliziotto…
Ma non ho più tempo per riflettere sulle stranezze del bosco: finalmente abbiamo raggiunto il fiume.

Translate

8. The rules of the woods

I hear the sound of water. We’re almost there! I run even faster. Any moment now I will see the river, I’m sure of it.
But suddenly there is something in front of me. And of course I run into it. Ouch!

I look up and see long, elegant legs, a long, thin snout, and large, majestic – and dangerous – horns. 
I immediately take a step back.
«I’m sorry, I didn’t see you…»
«Don’t you know you have to give way to the right?» says the deer with a stern look.
Behind him a large doe and a small fawn appear.
«And you definitely went over the speed limit!» he adds. «Do I need to call the police?»
Give way to the right? Speed limit? Police? What is he talking about, it’s not like we’re in the city!
«Dear, I don’t think they’re from here» says the doe. «They must be tourists. Maybe they’re foreigners.»
The deer look at us suspiciously.
«Yes that’s right, call the police» says Cody a little annoyed. «There’s been an accident at the river. Now excuse us, we have to go, we’re in a hurry» And without adding anything else, Cody runs off and I follow him without hesitation.
«Hey!» shouts the deer, but we do not stop.

The woods are really full of strange animals… I wonder if that deer will really call the police. And who are the police in the woods? I imagine an owl dressed as a policeman…
But I don’t have any more time to think about the strangeness of the woods: we’ve finally reached the river.

Episodio 9 • È viva!

Di fronte a noi c’è il fiume, illuminato dalla luna, e dall’altra parte la montagna.
«Padroncina, dove sei?» chiamiamo io e Cody mentre la cerchiamo di qua e di là.
Passano diversi minuti, ma di Padroncina nessuna traccia. Comincio ad essere davvero preoccupata. E se…
Ma poi Cody abbaia. «Kira, l’ho trovata!»
Corro subito da lui e Padroncina è lì, nel fiume, con la testa e le braccia su un grande ramo, gli occhi chiusi. Io e Cody andiamo subito da lei e pian piano la tiriamo fuori dal fiume. Brrr l’acqua è gelida!
Padroncina è molto pallida, fredda e respira debolmente. Ma respira. Dalla gioia inizio ad abbaiare. È viva!
Lei apre lentamente gli occhi, ci vede e ci sorride. Poi li richiude.
«Cody, adesso cosa facciamo? I soccorsi non sono ancora arrivati…»
«Dobbiamo portarla noi all’ospedale»
«E come?»
Guardo il fiume davanti a noi. Sicuramente porta a valle, dove ci sono gli umani e, forse, un ospedale.
«Avremmo bisogno di…»
«…una barca?» dice una voce alle nostre spalle.
Io e Cody ci giriamo e rimaniamo a bocca aperta.

Translate

9. She is alive!

In front of us is the river, illuminated by the moon, and on the other side is the mountain.
«Mom, where are you?» call Cody and I as we search here and there for her.
Several minutes pass, but no sign of Mom. I’m starting to get really worried. What if…
But then Cody barks. «Kira, I found her!»
I immediately run to him and Mom is there, in the river, her head and arms on a large branch, her eyes closed.
Cody and I immediately go to her and slowly pull her out of the river. Brrr the water is freezing!
Mom is very pale, cold and breaths faintly. But she is breathing. Out of joy I start barking. She is alive!
She slowly opens her eyes, sees us and smiles. Then she closes them again.
«Cody, what do we do now? Help isn’t here yet…»
«We have to take her to the hospital.»
«How?»
I look at the river in front of us. It definitely leads downstream, where there are humans and, maybe, a hospital.
«We would need…»
«…a boat?» says a voice behind us.
Cody and I turn around and remain speechless.

Episodio 10 • I pirati del fiume

«E Lei chi è?» chiedo meravigliata.
«Sono Capitan Castoro, il pirata del fiume!» risponde lui orgoglioso. «Quindi, avete bisogno di una barca sì o no?»
«Sì!!!» rispondiamo io e Cody all’unisono.
«Io e la mia nave pirata vi portiamo dove volete! La mia nave è la migliore del fiume. La più grande, la più veloce, la più bella…»
«E ci può portare anche in un posto dove c’è un ospedale, vero?» chiede Cody.
«La mia nave vi può portare ovunque! Dipende da quanto pagate…»
«Ma noi non abbiamo niente, non possiamo pagare! Non può fare un’eccezione? Guardi, la nostra padroncina è ferita!»
Lui la guarda un attimo. «E va bene, questa è chiaramente un’emergenza. Non si può dire che noi pirati non siamo generosi! Aspettatemi qui.»
E poi se ne va.
Ma gli animali selvatici sono sempre così bizzarri?

Dopo alcuni minuti appare una sagoma sul fiume. La nave pirata.
Beh, almeno ha la bandiera nera con il teschio bianco. Però… non è una vera e propria nave.
Di certo non è grande come una nave da crociera, né come un veliero. Non è nemmeno grande come un traghetto, né come una barca a vela. E nemmeno come un motoscafo. È grande più o meno come un gommone.

È una zattera pirata.
Ma non ci lamentiamo, meglio di niente!
«Forza, salite a bordo!» dice Capitan Castoro.
La zattera si ferma e alcuni castori scendono e ci aiutano a caricare Padroncina a bordo.
«Si parte!» 

E così, salpiamo. 

Translate

10. The river pirates

«And who are you?» I ask in wonder.
«I’m Captain Beaver, the river pirate!» he replies proud. «So, do you need a boat yes or no?»
«Yes!!!» replies Cody and I in unison.
«Me and my pirate ship will take you anywhere you want! My ship is the best on the river. The biggest, the fastest, the most beautiful…»
«And it can take us to a place where there’s a hospital, too, can’t it?» asked Cody.
«My ship can take you anywhere! It depends on how much you pay…»
«But we don’t have anything, we can’t pay! Can’t you make an exception? Look, our mom is hurt!»
He looks at her for a moment. «All right, this is clearly an emergency. You can’t say we pirates aren’t generous! Wait here for me.»
And then he leaves.
Are wild animals always this bizarre?

After a few minutes a silhouette appears on the river. The pirate ship.
Well, at least it has a black flag with a white skull. But… it’s not a real ship.
It’s certainly not as big as a cruise ship or a sailing ship. It’s not even as big as a ferry, nor as big as a sailboat. Nor is it as big as a motorboat. It’s about the size of an inflatable boat.

It’s a pirate raft.
But we’re not complaining, it’s better than nothing!
«Come on, get on board!» says Captain Beaver.
The raft stops and some beavers get off and help us load Mom on board.
«We’re off!»

And so, we set sail.

Episodio 11 • Sul fiume

«Vento in poppa!» urla Capitan Castoro mentre controlla il fiume con un piccolo cannocchiale. Gli altri pirati cantano e bevono una strana bevanda che non ha un buon odore. In effetti, anche loro non hanno un buon odore…
Purtroppo non c’è nessun pappagallo. Peccato! Però c’è un’aquila che vola sopra di noi e ogni tanto parla con il capitano.
Padroncina ha gli occhi chiusi e non si è accorta di niente. È ancora molto pallida e fredda e io e Cody cerchiamo di scaldarla un po’. Una delle sue gambe però è stranamente calda. Forse è rotta? Spero di no…

Adesso non è più tanto buio, è quasi l’alba. Dopo un po’ sento un rumore.
«Un elicottero!» esclamo sorpresa.
«Sono i soccorsi!» dice Cody.
«Hey! Siamo qui!» Abbaiamo.
Ma l’elicottero non ci vede e vola verso la montagna.
Ma che sfortuna… 

Poi sento un altro rumore. È il rumore di una…
«Cascata a ore dodici! Cascata a ore dodici!» urla l’aquila sopra di noi.
«Tutti ai vostri posti! Sapete cosa fare!» urla allora Capitan Castoro.
Spaventata, chiudo gli occhi. E ora che facciamo?

Il rumore della cascata diventa sempre più forte. 

Translate

11. On the river

«Tailwind!» shouts Captain Beaver as he checks the river with a small spyglass. The other pirates sing and drink a strange drink that doesn’t smell good. In fact, they don’t smell good either…
Unfortunately, there is no parrot. Too bad! But there is an eagle flying overhead and it occasionally talks to the captain.
Mom has her eyes closed and hasn’t noticed anything. She’s still very pale and cold and Cody and I try to warm her up a bit. One of her legs is strangely warm though. Maybe it’s broken? I hope not…
It’s not so dark now, it’s almost dawn. After a while I hear a noise.
«A helicopter!» I exclaim in surprise.
«It’s the rescue!«» says Cody.
«Hey! We’re here!» We bark.
But the helicopter doesn’t see us and flies towards the mountain.
How unfortunate!
Then I hear another noise. It’s the sound of a…
«Waterfall at twelve o’clock! Waterfall at twelve o’clock!» shouts the eagle above us.
«Everyone to your posts! You know what to do!» shouts Captain Beaver then.
Startled, I close my eyes. And now what do we do?

The sound of the waterfall gets louder and louder. (free version)

Episodio 12 • La zattera volante

Il rumore della cascata è sempre più forte.
Non voglio aprire gli occhi, ho troppa paura. Intorno a me i pirati corrono di qua e di là e urlano ordini.
Quanto sarà alta la cascata? penso terrorizzata.
Sento che Padroncina mormora qualcosa. Si è forse svegliata? 

A un certo punto tutti restano immobili e in silenzio. C’è solo il rumore assordante della cascata. Apro gli occhi: la cascata è distante solo pochi metri.
Padroncina, Cody, vi voglio bene. È il mio ultimo pensiero prima di cadere. 

Ma poi… non cadiamo.
Sorpresa, vedo che sopra di noi ci sono alcune aquile che con le loro zampe tengono delle grandi corde, che sono legate alla zattera.
Non ci posso credere, stiamo volando!
«Ma cosa…?» Padroncina si è svegliata e ha un’aria totalmente sconvolta.
Buongiorno Padroncina!  
Davanti a noi il panorama è mozzafiato. Le montagne all’orizzonte, gli alberi, il fiume e i prati fioriti. Il sole che sorge dietro le montagne.

Per un attimo dimentico tutti i problemi.

Translate

12. The flying raft

The sound of the waterfall is getting louder and louder.
I don’t want to open my eyes, I’m too afraid. All around me the pirates are running here and there and shouting orders.
How high will the waterfall be? I think terrified.
I hear Padroncina murmuring something. Has she woken up? 

At a certain point everyone stands still and silent. There is only the deafening noise of the waterfall. I open my eyes: the waterfall is only a few meters away.
Mom, Cody, I love you. It’s my last thought before falling. 

But then… we don’t fall.
Surprised, I see that above us there are some eagles holding with their claws large ropes, which are tied to the raft.
I can’t believe it, we are flying!
«What the…?» Mom has waken up and looks totally shocked.
Good morning Mom!  
In front of us the view is breathtaking. The mountains on the horizon, the trees, the river and the flowery meadows. The sun rising behind the mountains.

For a moment I forget all the problems.

Episodio 13 • La polizia del bosco

Le aquile volano sempre più in basso e infine appoggiano la zattera vicino alla riva.
«Siamo arrivati» dice Capitan Castoro. «Da qui dovete proseguire a piedi, il paese non è lontano. Dovete solo seguire il sentiero.»
A pochi metri dalla riva, tra gli alberi e i cespugli, c’è un piccolo sentiero.
Padroncina prova ad alzarsi in piedi, ma non ci riesce. È molto debole e non riesce a muovere la gamba. Deve essere proprio rotta. Accidenti, questa non ci voleva!
Con l’aiuto dei castori riesce a scendere dalla zattera, ma sicuramente non riesce a camminare fino al paese… Cosa possiamo fare?

E mentre penso a una soluzione, da dietro gli alberi compare un lupo. Anzi, due lupi. Tre, quattro, cinque, sei… una decina di lupi!
Ci mancava solo questa… penso esasperata. Ma quanti animali vivono in questo posto?
«Buongiorno, agenti!» saluta Capitan Castoro.
Uno dei lupi fa un passo avanti. «Buongiorno, Capitano.» Agenti? Non dirmi che questi sono…
«Un cervo ci ha detto che c’è stato un incidente al fiume» dice il lupo guardando me, Cody e Padroncina.
Incredibile! La polizia del bosco esiste davvero! Penso osservando affascinata questi grandi e bellissimi lupi. 

Translate

13. The forest police

The eagles fly lower and lower and finally rest the raft near the shore.
«We have arrived» says Captain Beaver. «From here you must continue on foot, the village is not far. You only have to follow the path.»
A few feet from the shore, among the trees and bushes, is a small path.
Mom tries to stand up, but she can’t. She is very weak and can’t move her leg. It must be really broken. Damn, this is not good!
With the help of the beavers she manages to get off the raft, but she definitely can’t walk all the way to the village…. What can we do?

And while I think of a solution, a wolf appears from behind the trees. Actually, two wolves. Three, four, five, six… about ten wolves!
That’s all I needed… I think exasperated. How many animals live in this place?
«Good morning, officers!» greets Captain Beaver.
One of the wolves steps forward. «Good morning, Captain.»
Agents? Don’t tell me these are…
«A deer told us there was an accident at the river» says the wolf looking at me, Cody and Mom.
Unbelievable! The forest police really do exist! I think looking fascinated at these big beautiful wolves.

Episodio 14 • La slitta

La polizia del bosco è venuta ad aiutarci. Ma una cosa ancora non capisco…
«Come portiamo Padroncina al paese? Non riesce a camminare…»
Alcuni lupi vengono avanti tirando una vecchia slitta di legno.
«Perfetto!» esclamo io. Proprio quello che ci serve!
La aiutiamo a salire sulla slitta. Lei è ancora molto pallida e debole, e soprattutto sembra essere molto confusa – forse pensa di essere impazzita! Allora abbaio per tranquillizzarla: Andrà tutto bene, non preoccuparti!
«Forza, andiamo!»

Anche io e Cody aiutiamo i lupi a trainare la slitta. La slitta è pesante, ma per fortuna il sentiero è leggermente in discesa. Dopo un po’ vediamo le prime case. Siamo arrivati, finalmente!
Mentre Padroncina bussa alla porta di una casa per chiedere aiuto, noi salutiamo i lupi.
«Grazie di tutto!»
«Prendetevi cura della vostra umana! E la prossima volta fate più attenzione quando venite in montagna.»
E poi scompaiono nel bosco.
E mentre osserviamo il sole salire nel cielo, la sirena dell’ambulanza risuona nel paese silenzioso. 

Ce l’abbiamo fatta.

Translate

14. The sled

The forest police came to help us. But one thing I still don’t understand…
«How do we get Mom to the village? She can’t walk…»
Some wolves come forward pulling an old wooden sled.
«Perfect!» I exclaim. Just what we need!
We help her into the sled. She is still very pale and weak, and most of all she seems to be very confused – maybe she thinks she’s gone crazy! So I bark to reassure her: It will be okay, don’t worry!
«Come on, let’s go!»

Cody and I also help the wolves pull the sled. The sled is heavy, but luckily the trail is slightly downhill. After a while we see the first houses. We’re finally here!
As Mom knocks on the door of a house for help, we say goodbye the wolves.
«Thank you for everything!»
«Take care of your human! And next time be more careful when you come to the mountains.»
And then they disappear into the woods.
And as we watch the sun rise in the sky, the ambulance siren echoes through the silent village.

We’ve made it.

Episodio 15 • Buona guarigione

Padroncina è stata ricoverata per un paio di giorni all’ospedale e adesso ha una gamba ingessata. La nostra vacanza in montagna è finita prima del previsto e siamo tornati a casa. Padroncina si riposa e non fa quasi niente, per questo Amicone viene a trovarci ogni giorno e fa le pulizie, fa la spesa, cucina, ci porta a spasso… Anche io e Cody ci riposiamo: è stata una vacanza davvero stancante! 
All’ospedale Padroncina ha raccontato dei castori pirata, della zattera volante e dei lupi, ma i medici non le hanno creduto.

Una sera sento bussare alla finestra. Padroncina sta dormendo, così vado io ad aprire – non ditelo a Padroncina, ma io e Cody sappiamo aprire porte e finestre!
Fuori c’è un gufo. Ma non un gufo qualunque, è il gufo che abbiamo liberato dalla bottiglia!
«Una consegna per voi» dice il gufo appoggiando un fiore sul davanzale della finestra.
«Grazie» dico sorpresa. «Da parte di chi è?»
Ma il gufo non risponde e vola via.
Questo gufo ha proprio un caratteraccio… 

Porto in casa il fiore e lo appoggio sul tavolo. È un bellissimo fiore bianco con dei pallini gialli al centro. È una stella alpina, un raro fiore di montagna. Un bigliettino cade per terra: Buona guarigione. Al posto della firma ci sono diverse impronte di animali. Impronte di lupi, castori e anche di cervi… e persino di un gufo! Incredibile! penso sorridendo. 

Padroncina ne sarà felice. Grazie, amici del bosco! 

Translate

15. Good recovery

Mom was hospitalized for a couple of days and now has her leg in a cast. Our vacation in the mountains ended sooner than expected and we returned home. Mom is resting and doing almost nothing, so Amicone comes to visit us every day and does the cleaning, grocery shopping, cooking, walking us…. Cody and I also rest: it was a very tiring vacation!
At the hospital Mom told about the pirate beavers, the flying raft and the wolves, but the doctors didn’t believe her.

One night I hear a knock on the window. Mom is sleeping, so I go to open it – don’t tell Mom, but Cody and I can open doors and windows!
There’s an owl outside. But not just any owl, it’s the owl we freed from the bottle!
«A delivery for you» the owl says placing a flower on the window sill.
«Thank you» I say surprised. «Who’s it from?»
But the owl doesn’t answer and flies away.
This owl has a pretty bad character…

I bring the flower into the house and place it on the table. It is a beautiful white flower with yellow dots in the center. It is an edelweiss, a rare mountain flower. A note falls on the floor: Good recovery. Instead of a signature, there are several animal prints. Footprints of wolves, beavers and even deer…. and even an owl! Unbelievable! I think, smiling.

Mom will be happy. Thank you, friends of the forest!

FINE

Altri Video Libri

La nostra libreria italiana

+17
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Your online bookstore specialized in learning Italian.

Our latest posts

Play Memory

Practice your skills with fun by matching little images with their translation!
In our Vocabulary Trainer you’ll find Memory Games, Interactive Flashcards and more.

Attend our Italian Courses

Start learning Italian with us! Complete learning units with Communication topics, Grammar, Vocabulary, a Videocorso to enjoy watching and extras in the Pausa Caffè section.

Wanna learn more?

Sign up for our newsletter

Donate a cookie!

Help us to improve our content and keep the website alive and free from ads. Thank you for your support!

donate

Follow us

Shopping cart

10% di sconto fino a domenica

Visita il nostro shop!
Start typing to see posts you are looking for.