Avventura con la Befana

+4

It is a stormy night and Befana loses her sack with the sweets for the children while flying. Cody, Kira and their Mom help her to find the sack again. A story in Italian with the Befana!

Geschichte auf Italienisch mit der Befana

Story in Italian

Avventura con la Befana

È la notte tra il 5 e il 6 gennaio, la notte dell‘Epifania. Tutti stanno dormendo, ma io sono sveglio. Fuori c’è un vento molto forte e ho sentito un rumore. Mi alzo e vado in salotto. Guardo fuori dalla finestra. Qualcuno cammina in giardino.

Un ladro! Abbaio.

Kira e Padroncina si svegliano.
«Cody, che cosa succede?» chiede Padroncina. Poi anche lei guarda fuori dalla finestra.
In giardino c‘è un‘anziana signora. In mano tiene una scopa. Padroncina apre la finestra.
«Signora, che cosa sta facendo? Ha bisogno di aiuto?»
«Una tragedia! Una tragedia!» esclama la signora disperata.
«Che cosa è successo?»
«Ho perso il mio sacco! Il sacco con i dolci per i bambini!»
«Un momento… Lei è la Befana?»

La Befana? Ma certo! La Befana è un’anziana signora che vola su una scopa e porta i dolci ai bambini buoni. La sera del 5 gennaio i bambini appendono delle grosse calze al camino e lei di notte le riempie di dolci: cioccolatini e tavolette di cioccolato, caramelle, noci e nocciole, snack e mandarini. Anche piccoli regali. Ai bambini cattivi porta invece il carbone.

Padroncina apre la porta e tutti andiamo in giardino a salutare la Befana. Il vento freddo fa volare le mie orecchie su e giù.
«Signora Befana, non può stare fuori con questo vento. Vuole entrare in casa? Le offro una tazza di tè caldo!»
«Mamma mia, che tragedia… che cosa faccio ora? Poveri bambini!» continua a dire la Befana mentre entra in casa.
«Prego, si accomodi» dice Padroncina e indica una sedia. La Befana si siede e Padroncina va in cucina a preparare il tè. La Befana indossa un vecchio cappotto verde, una sciarpa marrone e un cappello da strega.

Padroncina arriva con un vassoio con due tazze di tè e qualche biscotto.
«Signora Befana, mi dica, che cosa è successo?»
«Questa notte è molto difficile volare, c’è molto vento! Il mio sacco è caduto dalla scopa e ora non lo trovo più!»
«Signora Befana, non si preoccupi! La aiutiamo noi. Kira e Cody trovano sicuramente il sacco dei dolci! Vero?»
Ma certo!
«Grazie cari! Così aiutate non solo me, ma tutti i bambini! Dai, andiamo!»

La Befana finisce di bere il tè e si alza, pronta per cercare il suo sacco.
Prima di uscire, Padroncina si mette un bel cappotto pesante, sciarpa, cappello e guanti, e prende anche due torce.
«Ora sono pronta. Andiamo!»

È molto buio e c’è ancora molto vento. Passiamo davanti alla panetteria, alla biblioteca e al piccolo negozio di alimentari. Andiamo in piazza dove c’è la vecchia chiesa. Giriamo a destra, a sinistra, andiamo dritto… Kira ed io cerchiamo dappertutto. Cari dolci, dove siete?

Camminiamo fino al bosco. Un momento… Conosco questo odore. È odore di cioccolato! E sento anche odore di biscotti! Abbaio e scodinzolo agitato.
«Cody ha trovato qualcosa!» esclama Padroncina.
Kira ed io corriamo nel bosco e arriviamo a una grande quercia. I dolci si trovano su questo albero! Anche Padroncina e la Befana arrivano. La Befana sembra molto stanca e si siede.
«Tesori miei, non sono giovane come voi…»
Io lecco il suo lungo naso. «Sì sì non preoccuparti, sto bene. Devo solo riposarmi un momento.»

Intanto Padroncina guarda l‘albero, poi indica un ramo: «Guardate! Il sacco è lassù!»
Il sacco è appeso a un ramo e il vento lo muove a destra e a sinistra. Padroncina sale sull’albero.
«Mia cara, fa‘ attenzione!» esclama la Befana preoccupata.
«Ma certo, non si preoccupi!»
Per fortuna, Padroncina non cade. Prende il sacco, scende dall’albero e poi lo dà alla Befana.
«Grazie mille mia cara!»
Poi apre il sacco, ma… «I dolci sono spariti!»
«Oh no! Ecco perché era così leggero… Forse sono caduti qui vicino.»
Che strano, l‘odore dei dolci viene da questo grosso albero. Sono sicuro che i dolci sono qui. Ma dove?

Per terra trovo una caramella. Poi un cioccolatino. Vado dall’altra parte della grande quercia e vedo che c’è un grande buco nel tronco. Padroncina guarda nel buco e trova… uno scoiattolo! Lo scoiattolo sta dormendo soddisfatto sopra tutti i dolci.
La Befana scoppia a ridere. «Per fortuna allo scoiattolo non piacciono cioccolatini e caramelle! Ha mangiato solo le noci e le nocciole.»
Mettiamo tutti i dolci nel grosso sacco della Befana. Con qualche difficoltà: lo scoiattolo voleva tenere i dolci come letto per dormire!

Torniamo a casa e la Befana ci saluta.
«Cari amici, non so come ringraziarvi» dice la Befana mentre ci abbraccia. «Avete salvato l’Epifania! Domani mattina tutti i bambini possono svegliarsi felici.»
«È stato un piacere! Noi ci siamo divertiti, vero?»
Assolutamente!
La Befana si siede sulla sua scopa con il suo grosso sacco pieno di dolci e vola via. Arrivederci, signora Befana!

Ding dong. Qualcuno suona il campanello. Yaaawn chi è?
È mattina e la luce del sole entra dalla finestra. Kira apre gli occhi, li richiude e si addormenta di nuovo. Padroncina arriva ancora in pigiama, guarda fuori dalla finestra e poi apre la porta.
«Ciao Edo! Cosa fai qui a quest’ora?»
«Buon giorno dormigliona! È già mezzogiorno e tu mi hai invitato per pranzo, ricordi?»
«Oh cielo! È già mezzogiorno!» esclama Padroncina meravigliata e corre in bagno a lavarsi e vestirsi.

Amicone (io e Cody lo chiamiamo così perché è il nostro grande amico) ha portato un cammello e lo appoggia sul tavolo. Il cammello è il dolce tradizionale dell’Epifania tipico di Varese, la città dove abitiamo. Si chiama cammello perché ha la forma di un cammello! Infatti i re Magi sono arrivati da Gesù Bambino in sella a dei cammelli.
Dopo alcuni minuti Padroncina torna in salotto. Amicone indica il camino.
«Hai già visto le calze? La Befana è stata molto generosa quest’anno!»
In effetti, le nostre calze non sono piene, ma strapiene di dolci! Abbiamo ricevuto tantissimi cioccolatini, caramelle, mandarini e anche del carbone, perché il carbone della Befana è proprio buono! Ma non ci sono né noci né nocciole… Chissà perché!

Sul camino ci sono anche tre grossi regali. Su un bigliettino c’è scritto: Grazie di tutto. Kira ed io abbiamo ricevuto due scoiattoli di peluche. Padroncina ha ricevuto… una scopa! È forse una scopa magica?
«Grazie di che cosa?» chiede Amicone e osserva divertito la scopa.
«Kira, Cody ed io abbiamo vissuto un’avventura speciale questa notte, non è vero?» dice lei e ci fa l‘occhiolino.
Un’avventura molto speciale, penso mentre mangio soddisfatto un biscotto. Con una signora molto speciale.

Translate

It’s the night between January 5 and 6, the night of the Epiphany. Everyone is sleeping, but I am awake. There is a very strong wind outside and I hear a noise. I get up and go into the living room. I look out the window. Someone is walking in the garden.
A thief! I bark.
Kira and Mom wake up.
«Cody, what’s going on?» asks Mom. Then she too looks out the window.
In the backyard is an old woman. In her hand she holds a broom. Mom opens the window.
«Lady, what are you doing? Do you need help?»
«A tragedy! A tragedy!» exclaims the lady desperately.
«What happened?»
«I lost my sack! The sack with the sweets for the children!»
«One moment… Are you the Befana?»

Befana? Of course! The Befana is an old lady who flies on a broom and brings sweets to the good children. On the evening of January 5, children hang large stockings on the chimney and she fills them at night with sweets: pralines and chocolate bars, candies, nuts and hazelnuts, snacks and tangerines. Small gifts, too. To the naughty children she brings coal instead.

Mom opens the door and we all go to the garden to greet the Befana. The cold wind blows my ears up and down.
«Mrs. Befana, you can’t be outside in this wind. Would you like to come inside? I’ll buy you a hot cup of tea!»
«My goodness, what a tragedy…what am I going to do now? Poor children!» keep saying the Befana as she enters the house.
«Please, have a seat» says Mom and points to a chair. Befana sits down and Mom goes to the kitchen to make tea. The Befana is wearing an old green coat, a brown scarf, and a witch’s hat.

Mom arrives with a tray with two cups of tea and some cookies.
«Mrs. Befana, tell me, what happened?»
«Tonight it is very difficult to fly, it is very windy! My bag fell off my broom and now I can’t find it!»
«Mrs. Befana, don’t worry! We will help you. Kira and Cody are sure to find the sack of sweets! Right?»
Of course!
«Thank you dear! So you’re helping not only me, but all the kids! Come on, let’s go!»

Befana finishes drinking her tea and gets up, ready to look for her sack.
Before she leaves, Mom puts on a nice warm coat, scarf, hat, and gloves, and also takes two flashlights.
«Now I’m ready. Let’s go!»

It is very dark and still very windy. We walk past the bakery, the library, and the small grocery store. We go to the square where the old church is. We turn right, we turn left, we go straight ahead…. Kira and I search everywhere. Dear sweets, where are you?

We walk to the woods. Wait a minute… I know that smell. It smells like chocolate! And I smell cookies, too! I bark and wag my tail in agitation.
«Cody found something!» exclaims Mom.
Kira and I run through the woods and come to a big oak tree. The sweets are on this tree! Mom and the Befana arrive as well. The Befana looks very tired and sits down.
«My darlings, I am not as young as you are…»
I lick her long nose. «Yes yes don’t worry, I’m fine. I just need to rest for a moment.»

Meanwhile, Mom looks at the tree, then points to a branch, «Look! The sack is up there!»
The sack is hanging on a branch and the wind is moving it left and right. Mom climbs the tree.
«My dear, be careful!» exclaims the Befana worried.
«Of course, don’t worry!»
Fortunately, Padroncina doesn’t fall. She picks up the sack, gets down from the tree and then gives it to the Befana.
«Thank you so much my dear!»
She then opens the sack, but… «The sweets are gone!»
«Oh no! That’s why it was so light…. Maybe they fell down nearby.»
How strange, the smell of sweets is coming from this big tree. I’m sure the sweets are here. But where?

On the ground I find a candy. Then a chocolate. I go to the other side of the big oak tree and see that there is a big hole in the trunk. Mom looks in the hole and finds…a squirrel! The squirrel is sleeping contentedly on top of all the candy.
The Befana bursts out laughing. «Good thing the squirrel doesn’t like chocolates and candy! He only ate the nuts and hazelnuts.»
We put all the candy in the big Befana sack. With some difficulty: the squirrel wanted to keep the candy as a bed to sleep on!

We go home and the Befana says us goodby.
«Dear friends, I don’t know how to thank you» says the Befana as she hugs us. «You have saved the Epiphany! Tomorrow morning all the children can wake up happy.»
«It was my pleasure! We had fun, didn’t we?»
Absolutely!
The Befana sits on her broom with her big sack full of sweets and flies off. Goodbye, Mrs. Befana!

Ding dong. Someone rings the doorbell. Yaaawn who is it?
It’s morning and sunlight comes in through the window. Kira opens her eyes, closes them and falls asleep again. Mom comes in still in her pajamas, looks out the window and then opens the door.
«Hi Edo! What are you doing here at this hour?»
«Good morning sleepyhead! It’s already noon and you invited me for lunch, remember?»
«Oh dear! It’s noon already!” exclaims Mom amazed and runs to the bathroom to wash and dress herself.

Buddy (Cody and I call him that because he’s our great friend) has brought a cammello and lays it on the table. The cammello is the traditional Epiphany dessert typical of Varese, the town where we live. It is called cammello because it has the shape of a camel! In fact, the Three Kings came to baby Jesus riding camels.
After a few minutes Mom returns to the living room. Buddy points to the fireplace.
«Have you seen the stockings yet? The Befana was very generous this year!»
In fact, our stockings are not full, but overflowing with sweets! We received lots of chocolates, candies, tangerines, and even some coal, because Befana’s coal is really good! But there are no nuts or hazelnuts…. I wonder why!

On the fireplace there are also three big presents. On one of them is written: Thank you for everything. Kira and I received two stuffed squirrels. Mom received… a broom! Is it a magic broom?
«Thank you for what?» asks Buddy and looks amused at the broom.
«Kira, Cody and I had a special adventure tonight, didn’t we?» she says and winks at us.
A very special adventure, I think as I satisfied eat a cookie. With a very special lady.

Buona Epifania a tutti!

befana immagine 1 - Avventura con la Befana
cammelli pasta sfoglia varese tradizione epifania 1 - Avventura con la Befana

Who is the Befana? What do people do in Italy on Epiphany? What is the Cammello? Learn more here

Read Christmas stories in Italian! For beginners and advanced beginners.

Click here for the E-Book

+4
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Our latest posts

Play Memory

Practice your skills with fun by matching little images with their translation!
In our Vocabulary Trainer you’ll find Memory Games, Interactive Flashcards and more.

Attend our Italian Courses

Start learning Italian with us! Complete learning units with Communication topics, Grammar, Vocabulary, a Videocorso to enjoy watching and extras in the Pausa Caffè section.

Wanna learn more?

Sign up for our newsletter

Donate a cookie!

Help us to improve our content and keep the website alive and free from ads. Thank you for your support!

donate

Follow us