Il gatto Franz e l’elfo di Natale

+7

A Christmas elf is on an important mission for Santa Claus and tomcat Franz wants to save him from the greedy tomcat Sissi, who has caught him and is very reluctant to release… A Christmas story in Italian.

Weihnachtsgeschichte auf Italienisch

Christmas Story in Italian

Il gatto Franz e l'elfo di Natale

Seconda domenica di Avvento, Polo Nord.

Quest’anno è tutto diverso. Mancano solo tre settimane a Natale e Babbo Natale ha improvvisamente deciso che porterà i regali non solo ai bambini, ma anche agli animali domestici.
Questo annuncio ha gettato nel caos il reparto logistico del laboratorio di Natale. Gli elfi non se ne intendono per niente di regali per animali domestici, per questo il capo degli elfi manda subito alcuni di loro in giro per il mondo per raccogliere idee regalo. E così Lothar, l’elfo responsabile dei regali per gatti, e i suoi colleghi si mettono in viaggio.

Intanto, in Baviera.

È una sera fredda e senza vento. Franz e Sissi sono rimasti sul divano accanto al camino tutto il giorno. Ma ora è sera ed escono. Franz miagola allegramente ed è molto agitato. Adora le passeggiate.
«Sissi, facciamo un giro per i giardini dei vicini e vediamo se c’è del cibo per gatti sulle terrazze.» 
Ma Sissi alza gli occhi al cielo e sparisce nei campi che si trovano vicino alla loro casa.
Allora Franz fa il giro dei giardini da solo. Trova del cibo in due posti diversi ed è molto felice. Alla fine si siede soddisfatto ai margini del campo, guarda la luna e inizia a pulirsi.

All’improvviso sente un rumore. Che cos’è? Rizza le orecchie. Qualcuno si lamenta? Sì sì, sembra proprio così… e il rumore diventa sempre più forte! Franz osserva il campo con l’orzo invernale. Forse qualcuno ha bisogno di aiuto!
Poi vede le spighe muoversi e subito dopo appare Sissi. Ma che cos’ha in bocca?
Ma quello non è mica…? Oddio, Sissi ha catturato un elfo! Sì sì, Franz ne è sicuro, li ha visti spesso nei film di Natale in TV. 
«Sissi, che cosa fai? Lascia subito andare l’elfo!»
Sissi lo appoggia a terra, ma lo blocca con una zampa affinché non scappi. 
L’elfo inizia subito a lamentarsi dicendo qualcosa di una missione importante per Babbo Natale con la sua vocina stridula, ma Sissi lo ignora.
«Sissi, non senti quello che sta dicendo l’elfo? Sembra importante, ti prego, lascialo!» dice Franz.
«Sei completamente uscito di senno?» esclama Sissi arrabbiato. «Sai quanto sono deliziosi gli elfi? Beh, anch’io non lo so, ma ha un profumo delizioso. Non me lo lascerò scappare, non ora che ne ho finalmente catturato uno!»
Nel frattempo l’elfo è svenuto e Franz è disperato. La missione per Babbo Natale è sicuramente importante! Pensa in fretta a una soluzione e alla fine gli viene un’idea. 
«Sissi, senti, dammi mezz’ora e ti porto qualcosa che è ancora più delizioso dell’elfo.»
Sissi lo guarda con aria scettica. «Venti minuti» dice infine. 
E con questo la discussione per Sissi è finita, si sdraia sull’elfo e si addormenta.

Franz deve sbrigarsi. Corre tra le spighe e cerca qualcosa. Qualche giorno prima, mentre scavava, aveva trovato un pezzo di metallo rotondo, che poi aveva lasciato lì da qualche parte. Franz cerca con attenzione e alla fine lo trova. È una moneta molto antica, sembra d’argento, sopra ci sono dei numeri, un uomo con un elmo e delle strane scritte. Lo afferra e poi corre verso il Confine Magico.
Il Confine Magico è una linea invisibile che segna la fine del suo territorio. Franz non è mai stato oltre il confine… Ogni abitante lì ha un cane, l’odore là gli fa paura e non ci andrebbe mai volontariamente.

Ma stasera è tutto diverso.

Spesso Franz si sdraia sul confine e guarda dall’altra parte con un misto di piacere e paura. Ha notato che ogni sera, alle otto e dieci, arriva un ragazzo in macchina che porta il sushi ai vicini che abitano nella seconda casa a sinistra. Il profumo è molto attraente.
Anche questa sera, Franz si sdraia sul confine, ma questa volta non ha solo intenzione di osservare. In un modo o nell’altro Franz deve riuscire a trovare il miglior sushi possibile per Sissi. 

La macchina che consegna il sushi dovrebbe arrivare da un momento all’altro. Franz aspetta impaziente. 
E finalmente eccola, sta girando l’angolo. Si ferma davanti alla casa dei vicini, poi il ragazzo esce, apre il bagagliaio della macchina, prende un pacchetto di sushi e va verso la porta lasciando il bagagliaio aperto. Franz si fa coraggio, dice una piccola preghiera alla dea gatto Bastet, e per la prima volta nella sua vita mette una zampa dall’altra parte del confine. Il cuore gli batte fortissimo, ma continua ad andare avanti coraggiosamente. Mancano solo un paio di metri alla macchina, quando all’improvviso la porta della casa alla sua destra si apre e Franz si immobilizza. Dalla porta esce un uomo con un mostro gigante, peloso e pericolosissimo… un Golden Retriever.

Adesso accadono molte cose contemporaneamente: alla sua sinistra, il ragazzo ha consegnato il sushi e cerca nel suo portafoglio il resto; alla sua destra, l’uomo si gira per chiudere la porta, ma il guinzaglio gli scivola dalla mano e il mostro corre verso Franz con la bocca spalancata. Franz vorrebbe scappare, ma non riesce a muovere le zampe perché è paralizzato dalla paura. Chiude gli occhi, il mondo gira attorno a lui. Poi sente un odore acre e un forte ansimare. Franz apre lentamente un occhio e guarda dritto in quelli del mostro. Ma che strano, sembra quasi che il mostro stia sorridendo… Sono strani, i cani. Sissi non sorride mai.
«Laika, lascia in pace quel micino! Vieni qui!» e subito il cane se ne va. 
Micino? Sono un gatto adulto! pensa Franz offeso, ma in quel momento sente che il ragazzo saluta. Franz inizia a correre e salta nel bagagliaio con un grande balzo, lascia lì la moneta, afferra uno dei pacchetti con i suoi denti e corre via. Sente il bagagliaio chiudersi dietro di lui e le grida del ragazzo. Adesso gli sono rimasti solo pochi minuti per raggiungere Sissi e l’elfo, così corre da loro più veloce che può.

Non appena Sissi sente il profumo del sushi, rizza le orecchie e guarda Franz incuriosito. Quando Franz apre la scatola e l’odore aumenta, Sissi lascia andare l’elfo ed esamina attentamente il contenuto.
Franz va subito dall’elfo per assicurarsi che stia bene e lui lo ringrazia per averlo salvato. 
E poi accade qualcosa che non era mai successo prima. Sissi sorride e chiede a Franz e all’elfo se vogliono mangiare il sushi insieme a lui. Franz ha portato un pacchetto famiglia, per questo c’è abbastanza sushi per tutti.

Tutti e tre gustano il sushi e poi chiacchierano tutta la notte. All’alba i due gatti salutano l’elfo, che ha detto di chiamarsi Lothar, e tornano a casa, mentre lui torna al laboratorio di Natale.

«Lothar, finalmente sei tornato! Eravamo preoccupati» esclama il capo degli elfi quando lo vede. «Ma che fine avevi fatto, che cosa è successo?» 
«Lascia perdere!» risponde Lothar, tira fuori dalla tasca un foglietto, lo consegna al suo capo, poi si siede su una sedia e si addormenta all’istante.
Sorpreso, il capo legge il foglietto e corre subito al laboratorio – c’è molto da fare!

Sul foglietto c’è scritto:

Regali di Natale per gatti. Idee:

  • Un set di gomitoli di lana di topo
  • Una ciotola che si riempie da sola
  • Una fontanella di latte per gatti 
  • Un tiragraffi al profumo di topo
  • Topi di peluche che si muovono da soli
  • Una piattaforma panoramica alta 20 m con ascensore
  • Un abbonamento annuo per sushi a domicilio (regalo speciale per Sissi) 
  • Una porta per gatti XXL che racconta barzellette sui cani (regalo speciale per Franz)
Translate

Second Advent, North Pole.

Everything is different this year. There are only three weeks left until Christmas and all of a sudden Santa Claus has decided that this year he not only will bring presents to the children but also to the pets. This announcement caused a great deal of disturbance to the logistics in the Santa’s workshop. The elves are not at all familiar with presents for pets, so the boss of the elves immediately sends some of them out into the world to collect present ideas for pets. And so Lothar, the elf responsible for the cat presents, and his co-workers set off.

Meanwhile in Bavaria

It is a cold and windless evening. Franz and Sissi were on the sofa in front of the fireplace all day. But now it is evening and both go out. Franz meows happily and is very excited. He loves strolls.
«Sissi, let’s take a walk through the neighbors’ gardens and see if there is any cat food on the terraces.»
But Sissi rolls his eyes and disappears into the fields next to their home.

So Franz makes his round through the gardens alone. He finds food in two different places and is very happy. Finally satisfied he sits down at the edge of the field, looks at the moon and starts to groom himself.

Suddenly he hears a noise. What is that? He pricks up his ears. Is someone whining? Yes yes indeed, it seems so… and the noise gets louder and louder! Franz watches the field with the winter barley. Maybe someone needs help!
Then he sees a movement in the grain and right after that Sissi appears. But what does he have in his mouth? Is that really … ? Oh, my God, Sissi has caught an elf! Yes, yes, Franz is totally sure, he has often seen them in Christmas movies on television. «Sissi, what are you doing? Let go the elf immediately!»
Sissi sets him down on the ground, but holds him with one paw so he cannot run away.

Immediately the elf starts complaining in a shrill voice, telling about an important mission for Santa Claus, but Sissi ignores him. “Sissi, do you hear what the elf is saying? It seems to be important. Please let him go!»
says Franz.
«Have you lost your mind hisses Sissi, «Do you know how delicious elves taste? Yeah well, I don’t know that either, but he smells fantastic. I will not let him go, now that I finally caught one.»

In the meantime, the elf fainted and Franz is desperate. The mission for Santa Claus is certainly important! He quickly thinks about a solution and finally comes up with an idea.

«Sissi, listen, give me half an hour and I will get you something that tastes even better than elf.»   Sissi looks at him skeptically.

«Twenty minutes» he finally says. This ends the discussion for Sissi, he lies down on the elf and falls asleep.

Franz has to hurry. He roams through the grain and searches for something. A few days earlier, while digging, he had found a round piece of metal that he had left somewhere there. Franz searches carefully and finally he finds it. It is a very old coin, seems to be made of silver, has numbers on it, a man with a helmet and strange writings.

He takes it and then he runs off to the Magic Border.

The Magic Border is an invisible line that marks the edge of his territory. 

Franz has never been across the border… every resident there has a dog, it smells very scary there and he would never go there voluntarily.

But this evening everything is different.

Franz often lies on the border and looks at the other side with a mixture of pleasure and fear. He noticed that every evening at ten past eight a young man with a car comes and delivers sushi to the neighbors in the second house on the left. The scent is very tempting.

This evening too Franz lies down on the border, but this time he’s not just going to observe.

One way or another Franz must succeed to find the best sushi possible for Sissi. The sushi delivery car has to come any moment. 

Franz is waiting impatiently.

Finally it comes around the corner. It stops in front of the neighbors’ house, the young man gets out, opens the trunk, takes a pack of sushi, goes to the house and leaves the trunk open.

Franz summons all his courage, says a little prayer to the cat goddess Bastet and for the first time in his life puts a paw on the other side of the border. 

His heart beats up very fast but he bravely continues on his way. There are only a few meters left to the car, when suddenly the front door of the house on his right opens and Franz freezes. Out of the door comes a man with a huge,  furry and dangerous monster… a Golden Retriever.

Now several things happen at the same time: to his left the young man has delivered the sushi and is looking for change in his wallet; to his right, the man turns to close the front door, but the dog leash slips out of his hand and the monster runs towards Franz with its mouth wide open. Franz wants to run away but he cannot move a paw because he is paralyzed with fear. He closes his eyes and the world around him is spinning. Then he smells a sharp smell and hears a loud panting. Franz slowly opens one eye and gazes directly into those of the monster. How weird, it almost looks as if the monster is smiling… They are strange, these dogs. Sissi never smiles.

«Laika, leave the kitty alone! Here!« and the dog goes immediately away.
Kitty? I’m an adult cat! he thinks insulted, but in that moment he hears the young man saying goodbye. Franz sprints off and jumps into the trunk with a tremendous leap, leaves the coin there, grabs one of the boxes with his teeth, and runs away. He hears the trunk slammed shut behind him and the yelling of the young man. He still has a few minutes to get to Sissi and the elf, so he runs to them as fast as he can.

As soon as Sissi notices the smell of sushi, he pricks up his ears and looks at Franz curiously. When Franz opens the box and the smell becomes more intense, Sissi releases the elf and inspects the contents thoroughly.

Franz immediately goes to the elf to make sure that he is well, and Lothar thanks him for saving him.

And then something happens that has never happened before. Sissi smiles and asks Franz and the elf if they want to eat the sushi together. 

Franz got a family box, so there is enough sushi for everyone.

The three of them enjoy the sushi and then talk all night long. 

At sunrise they say goodbye to the elf, who said his name was Lothar,   and go home, while he makes his way to the Christmas workshop.

«Lothar, there you are again at last! We were getting worried» exclaims the elf boss when he sees him. «But how do you look, what happened to you?»

«Never mind!» replies Lothar. He takes a piece of paper out of his pocket, gives it to his boss, then he sits down on a chair and falls asleep immediately.

Astonished, the boss takes the note, reads it and runs straight to the workshop – there is a lot to do!

The note says:

Christmas gifts for cats. Ideas:

  • a set of balls of wool from mouse wool 
  • a food bowl that refills itself
  • a fountain with cat milk
  • a scratching post that smells like mouse
  • self-running plush mice
  • a 20 meter panoramic platform with elevator 
  • a yearly subscription for Sushi delivery (special gift for Sissi)
  • an extra large cat flap that tells dog jokes (special gift for Franz)

inspired by a true story

sissi elfo - Il gatto Franz e l'elfo di Natale
franz elfo - Il gatto Franz e l'elfo di Natale
Franz moneta - Il gatto Franz e l'elfo di Natale

Read Christmas stories in Italian! For beginners and advanced beginners.

Click here for the E-Book

+7
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Our latest posts

Play Memory

Practice your skills with fun by matching little images with their translation!
In our Vocabulary Trainer you’ll find Memory Games, Interactive Flashcards and more.

Attend our Italian Courses

Start learning Italian with us! Complete learning units with Communication topics, Grammar, Vocabulary, a Videocorso to enjoy watching and extras in the Pausa Caffè section.

Wanna learn more?

Sign up for our newsletter

Donate a cookie!

Help us to improve our content and keep the website alive and free from ads. Thank you for your support!

donate

Follow us